WHOOPIES ..e sono 7





E con la Primavera inizia la stagione delle feste in giardino, delle Prime Comunioni, dei matrimoni, e anche a casa mia si inizia con il compleanno del piccolino di casa, Pippo, e a seguire quello della signorina di casa, Sofi.

25 marzo, in barba a tutte le previsioni meteorologiche, abbiamo festeggiato i 7 anni di Pippo e il tempo ci ha graziati, mantenendo la pioggia lontana e scaldandoci, di tanto in tanto, con qualche raggio di sole: situazione perfetta per i bambini che hanno potuto scatenarsi in giardino fino a quando le loro pance non hanno cominciato a brontolare dalla fame.

Ovviamente non potevo esimermi dal preparare un buffet di tutto rispetto sia nella quantità che nella qualità…e così è stato perché gli avanzi sono stati davvero contenuti; quest’anno, tra i vari panini al latte farciti di affettati e focacce bianche e rosse, spadroneggiava un’alzata con dei simpaticissimi whoopies in bella vista, degli orsetti che ho preparato come anticamera alla torta di compleanno.

Se non li conoscete ancora, ve li presento e ve li consiglio vivamente per queste occasioni ma anche per la merenda di tutti i giorni, visto che sono davvero semplici da fare e si prestano a farciture di ogni genere; i whoopie pies, sono delle piccole tortine che provengono da oltreOceano e nascono dalla tradizione delle donne Amish che usavano preparare queste tortine più pratiche rispetto alla classica fetta di torta da inserire nei cestini del pranzo dei mariti che andavano a lavoro.

Sono il fashion food del momento e quindi bisogna provare a farli soprattutto per il piacere di sentire i vostri cari esclamare 
WHOOOOOOOPIE!!!
quando li assaggeranno..







WHOOPIE PIES
dosi per circa 20 pezzi

250 g di farina 00
1 uovo
250 ml di latte intero
50 g di cacao in polvere
120 g di burro morbido
170 g di zucchero
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino di bicarbonato
30 g di miele
vaniglia in stecca (in alternativa una bustina di vanillina)
1 pizzico di sale

PER FARCIRE
panna liquida da montare
oppure
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
180 g di zucchero
60 ml di acqua
80 g di zucchero a velo
2 albumi 
sale

PER DECORARE
glassa di zucchero
caramelle di liquirizia
caramelle morbide rosse o m&m colorati

carta da forno
sac a poche

Preriscalda il forno a 180°
Monta il burro morbido con lo zucchero e aggiungi l'uovo
Continua a montare e aggiungi il miele e i semi della bacca di vaniglia
Setaccia insieme tutte le polveri e scalda il latte
Aggiungi metà farine al composto e continua a lavorare
Aggiungi metà dose del latte tiepido e continua a lavorare
Procedi allo stesso modo con le restanti parti di farine e latte fino ad ottenere un composto omogeneo
Rivesti la placca del forno con la carta da forno
Versa il composto nella sac a poche e crea tanti mucchietti di impasto di stesso diametro che saranno le facce degli orsetti; poi, sopra ogni mucchietto, crea 2 mucchietti ai lati per fare le orecchie di 1 cm di distanza , come da schema



Inforna per 10 minuti a 180° e poi lascia raffreddare finché non si staccano dalla carta
questi dolcetti hanno una consistenza morbida, non lasciarti tentare dal farli cuocere troppo perché perderebbero la loro morbidezza

Quando saranno freddi, accoppia le due metà per ciascuna tortina e comincia a decorare la metà superiore a piacimento o come da foto con la glassa e le caramelline colorate
Per farcirle puoi utilizzare della semplice panna montata zuccherata oppure preparare la crema marshmallow, mettendo a sciogliere in un pentolino lo zucchero nell'acqua fino a quando lo sciroppo non raggiunge il bollore e lasciando bollire per almeno 5 minuti
Nel frattempo monta a neve gli albumi con un pizzico di sale e versa a filo lo sciroppo continuando a montare finché tutto il composto non sarà caldo
Aggiungi la vaniglia e lo zucchero a velo e continua a montare fino a quando la crema non sarà densa e lucida
Inserisci nella sac a poche e farcisci le tortine


Queste tortine si conservano in frigorifero per un paio di giorni al massimo e comunque se non si consumano subito, vista la morbidezza, è bene tenerle in frigo fino al momento di servirle.





















Posta un commento

Post più popolari