ManinPasta

 Strangozzi Umbri
150 g di farina 0
150 g di farina di semola rimacinata
150 g di acqua a temperatura ambiente
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di olio di oliva

Versa le farine sulla spianatoia e disponile a fontana
Disponi al centro l'olio di oliva, il sale e l'acqua poco alla volta
Comincia a lavorare gli ingredienti con la punta delle dita
Quando tutti gli ingredienti risulteranno bene amalgamati lavora energicamente la pasta finché diverrà liscia e compatta

Lascia riposare per 15 minuti prima di stenderla
Stendi la pasta di uno spessore di 3/4 mm, infarina bene da entrambi i lati e arrotola 
Taglia gli strangozzi





 Pasta brisée
300 g di farina 00
1 cucchiaio di acqua fredda
1 cucchiaino di sale
150 g di burro

Versa la farina sulla spianatoia e disponila a fontana
Disponi al centro il burro morbido a pezzetti, il sale e l'acqua poco alla volta
Comincia a lavorare gli ingredienti con la punta delle dita
Quando tutti gli ingredienti risulteranno bene amalgamati in un primo impasto che tenderà a sbriciolarsi, lavora energicamente la pasta finché diverrà liscia e compatta
Lascia riposare in frigorifero per 15 minuti prima di stenderla



 Biscotti Savojardi
130 g di farina 00
70 g di fecola
200 g di zucchero
1/2 cucchiaino di vanillina
6 uova
una noce di burro
un pizzico di sale
2-3 cucchiai di zucchero a velo

Separa i tuorli dagli albumi e monta i primi in una terrina con metà zucchero
Sempre mescolando, aggiungi poco per volta tutto il restante zucchero
Incorpora, quindi, al composto la farina a pioggia e continua a lavorare con una frusta
Aggiungi anche la fecola e la vanillina
Monta a neve ben soda gli albumi con un pizzico di sale, poi uniscili delicatamente al composto e mescola ancora
Versa l'impasto in una tasca da pasticcere e forma i biscotti sulla piastra da forno imburrata e infarinata (in alternativa usa la carta da forno)
Cospargi i biscotti con lo zucchero a velo, lasciali riposare per un quarto d'ora e poi infornali a 150° per 15 minuti o fino a che si presenteranno dorati e soffici
Infine staccali dalla piastra facendo pressione con la lama di un coltello e riponili in una scatola a chiusura ermetica


 Pasta fresca senza uova
500 g di farina di semola rimacinata
200 g di acqua a temperatura ambiente


Versa la farina sulla spianatoia e forma una fontana
Versa al centro l'acqua poco a poco
Comincia a lavorare i due ingredienti con la punta delle dita
Quando cominceranno ad essere ben amalgamati impasta per almeno 10 minuti tirandola da tutti i lati, allargandola e ripiegandola finché diventerà liscia ed elastica
Lascia riposare coperta per 15 minuti prima di procedere alla realizzazione di:
tagliatelle,  cavatelli, strozzapreti e orecchiette pugliesi.



 Orecchiette pugliesi

Vedi il VIDEO TUTORIAL








 Pasta fresca all'uovo
500 g di farina 00 o meglio se per pasta fresca
4-5 uova lasciate a temperatura ambiente
un pizzico di sale

Versa la farina sulla spianatoia e disporla a fontana
Sguscia dentro le uova.
Comincia a lavorare i due ingredienti con la punta delle dita
Quando farina e uova risulteranno bene amalgamate in un primo impasto che tenderà a sbriciolarsi, lavora energicamente la pasta per almeno 10 minuti tirandola da tutti i lati, allargandola e ripiegandola finché diventerà liscia ed elastica
Coprila quindi con un canovaccio umido e lasciatela riposare per circa 1 ora
Ottenuto un impasto della giusta elasticità si può cominciare a tirare la sfoglia, ricordandosi di tenere il panetto con la pasta che non si utilizza coperto da un panno umido per evitare che tenda ad asciugarsi e seccarsi 


 Gnocchi di patate
Dose per 4 persone
350 g di patate per gnocchi o tutti gli utilizzi
200 g di farina per pasta fresca
sale

Lessa le patate, schiacciale con lo schiacciapatate, unisci la farina e il sale e comincia ad impastare



Forma dei grissini di 2 cm di diametro, tagliali a pezzetti e quindi falli scivolare con la pressione del pollice su una forchetta, formando la caratteristica decorazione striata degli gnocchi



Puoi ottenere gnocchi colorati, aggiungendo un po' di salsa o concentrato di pomodoro, spinaci frullati, zucca, zafferano…insomma tutto quello che suggerisce la tua fantasia.

Per la cottura, ricorda che i gnocchi sono cotti quando tornano a galla e vanno scolati con una schiumarola, versati in una piatto da portata e conditi subito con il sugo preparato.






 Burger buns o 
Pane per hamburger


450 g di farina
50 g di zucchero
1 bustina di lievito granulare
1 uovo + 1
30 g di burro
acqua calda q.b.
sale
olio
semi di sesamo


Unisci la farina con lo zucchero, il lievito granulare, l'uovo e il burro.
Aggiungi l'acqua ed inizia ad impastare, poi aggiungi il sale.
Lavora l'impasto sulla spianatoia infarinata per 10 minuti.
Metti a riposare in una ciotola unta d'olio, facendo lievitare circa un paio d'ore.
Forma delle piccole pagnotte con l'impasto lievitato e lasciale lievitare separatamente un'altra ora.
Spennella le pagnotte con l'uovo allungato con un goccio d'acqua e completa con semi di sesamo.
Cuoci per 10 minuti in forno ventilato a 180 gradi



 Pan di Spagna
350 g di farina 00
150 g di zucchero
8 uova lasciate a temperatura ambiente
il succo e la scorza lavata e grattugiata di un limone
Un pizzico di sale
1 bustina zucchero vanigliato
1 bustina di lievito vanigliato

Scalda il forno a 180°
In una terrina sbatti i tuorli d'uovo con lo zucchero.
Monta a neve le chiare d'uovo aggiungendo un pizzico di sale per favorire l'operazione
Aggiungi ai tuorli montati il succo e la scorza del limone, lo zucchero vanigliato, la farina e le chiare montate a neve.
Lavora bene l'impasto ed incorpora, da ultimo, il lievito vanigliato avendo cura di amalgamarlo bene.
Travasa l'impasto in una teglia imburrata e spolverata di farina
Inforna per 1 ora senza aprire mai lo sportello

A cottura ultimata lascia il dolce, in forno spento, ancora 5 minuti





Pasta Choux (o bignè)
150 g di acqua
150 g di farina
75 g di burro
4 uova

Un pizzico di sale

Preriscaldare il forno a 220 gradi;
Mettere in una casseruola l'acqua, il sale e il burro.
Setacciare la farina.
Appena l'acqua bolle e il burro è sciolto, togliere la casseruola dal fuoco e versare la farina tutta in una volta.
Mescolare per eliminare i grumi.
Da questo momento in poi l'impasto sarà piuttosto duro da mescolare, quindi puo' essere comodo utilizzare un frullino elettrico con le fruste a gancio (o a spirale).
Rimettere sul fuoco e continuare a mescolare finché il composto non diventa una palla liscia e inizia a sfrigolare.
Spegnere il fuoco e far intiepidire per 5-10 minuti.
A questo punto aggiungere le uova, una alla volta facendo attenzione a non aggiungere l'uovo successivo finché il precedente non è stato completamente assorbito.
Il composto deve risultare come una crema molto consistente.
Con un cucchiaino o con la sac a poche formare tanti mucchietti, possibilmente uguali e un po' distanziati, su una teglia ricoperta di carta da forno.
Cuocere per una ventina di minuti abbassando la temperatura del forno a circa 200 gradi dopo i primi 10 minuti.
Lasciare raffreddare nel forno spento con lo sportello aperto per evitare che si sgonfino.
In alternativa le bignole si possono friggere in olio bollente.


300 g di farina
130 g di burro morbido
1 uovo + 1 tuorlo
Un cucchiaino di lievito vanigliato a piacere
1 limone
80 g di zucchero

Disporre sul tavolo da lavoro la farina a fontana;
Aggiungere nel mezzo lo zucchero, le uova, la buccia del limone grattugiata e il burro morbido a pezzetti; in ultimo il lievito
impastare bene con le mani fino ad ottenere un impasto morbido;
(se si usa il lievito il passo successivo non è da fare, quindi utilizzare subito  l'impasto)
formare una palla, avvolgerla nella pellicola trasparente e riporre in frigorifero per circa 20 minuti;

trascorso il tempo stendere la pasta e disporla in una teglia imburrata e infarinata.


Pasta Frolla all’olio di oliva
300 g di farina
100 g di olio di girasole
80 g di zucchero
1 uovo ed 1 tuorlo
Un cucchiaino di lievito vanigliato a piacere
1 limone

Disporre sul tavolo da lavoro la farina a fontana;
Aggiungere nel mezzo lo zucchero, le uova, la buccia del limone grattugiata e l’olio di girasole; in ultimo il lievito
impastare bene con le mani fino ad ottenere un impasto morbido;

(se si usa il lievito il passo successivo non è da fare, quindi utilizzare subito l'impasto)

formare una palla ed avvolgerla nella pellicola trasparente per circa 20 minuti;

trascorso il tempo stendere la pasta e disporla in una teglia imburrata e infarinata.
  
Pasta Sfoglia

500 g di farina Manitoba o farina per dolci
500 g di burro freddo
200 g di acqua fredda
Un cucchiaino di sale

Il segreto della pasta sfoglia sta nella sfogliatura, ovvero nel numero di strati che si vedono quando mangiamo una quiche o un millefoglie, tutto merito di una lunga lavorazione.

E’ fondamentale che la temperatura del burro e dell’acqua sia fredda.

Disponete Sul piano di lavoro la farina a fontana lasciando un buco nel centro
Versate nel centro metà dell'acqua, fredda, nella quale avrete sciolto il sale.
Mescolate con le dita facendo assorbire la farina e cominciando a impastare.
Aggiungete il resto dell'acqua mano mano che impastate fino a che non avrete ottenuto un impasto sodo, nè troppo molle nè troppo duro, quasi come un panetto di burro morbido;
Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo in frigo a riposare per 30 minuti;
Prendete il burro dal frigo, e avvolgetelo intero in un panno pulito e bagnato a temperatura ambiente fino al momento di riprendere l’impasto dal frigo;
Trascorsi i 30 minuti spolverate il piano di lavoro con un po' di farina, prendete il panetto dal frigo e schiacciatelo con le mani o con il mattarello per dargli una forma quadrata. Deve essere almeno un paio di centimetri di spessore
Fate la stessa cosa con il burro.
Tagliate due pezzi di carta fornoUna sul piano e una sopra il panetto di burro. Col mattarello passate sopra la carta schiacciando il burro e facendogli prendere una forma più o meno uguale a quella dell'impasto, ma più piccola, in modo che possa essere avvolto nella pasta.
Mettete il burro sulla pasta e ripiegate i lembi della pasta sul burro, come fosse un fagottino, prima tirando il lembo superiore verso di voi e poi quello inferiore verso l'alto. Schiacciate con il mattarello, otterrete un rettangolo allungato.
Ripiegate nuovamente i lembi della pasta verso il centro. Prima quello sotto verso l'alto e poi quello sopra verso il centro. Schiacciate nuovamente con il mattarello. Queste operazioni servono a incorporare perfettamente il burro nell'impasto.
Coprite a questo punto con la pellicola e mettete di nuovo a riposare in frigo per 30/60 minuti.
Trascorso il tempo riprendete la pasta e rifate esattamente lo stesso procedimento di piegatura per 3 volte. Poi riavvolgete la pasta nella pellicola e mettete nuovamente in frigo, per l'ultima volta a riposare ancora mezz'ora o più.

Commenti

Anonimo ha detto…
complimenti.

Post più popolari