Baba' al rhum di Sal De Riso






Buon Anno Nuovo a tutti!
Sicura che l'avrete passato tutti nel migliore dei modi, vi dico che io l'ho passato ancora meglio perché ho brindato alla mezzanotte con un pezzo di babà al rhum, dolce che adoro in assoluto, fatto per la prima volta con le mie manine sante.
Un successone! Il dolce era destinato ad un cenone con amici e per fortuna è andato benone: quindi se è vero che " chi ben comincia è a metà dell'opera" io ci sono proprio...
Il merito è sicuramente della ricetta che appartiene al grande pasticcere della costiera amalfitana Salvatore De Riso, il quale spiega egregiamente il procedimento per realizzare questo dolce squisito in poche semplici mosse impossibili da sbagliare.
Ora, dunque, tocca a voi!







BABA' AL RHUM

300 g di farina MANITOBA
110 g di burro
25 g di miele d'acacia
5 g di sale
10 g di lievito di birra
20 g di acqua a temperatura ambiente
1 bacca di vaniglia
1 limone
300 g di uova intere ( circa 6)
confettura di albicocche

la bagna
900 g di acqua
300 g di rhum al 70%
450 g di zucchero
1 buccia di limone
1/2 bacca di vaniglia

pirottini di alluminio per savarin o in alternativa stampo da ciambella


Prepara l'impasto sciogliendo in un contenitore il lievito con l'acqua
Aggiungi il miele, il limone grattugiato e la vaniglia
Unisci la farina e comincia ad impastare incorporando le uova una per volta lavorando l'impasto con energia
Quando la pasta inizia ad essere elastica aggiungi il burro morbido ed il sale
L'impasto sarà liscio ed omogeneo
Imburra gli stampini e riempi fino a metà
Lascia lievitare la pasta fino al bordo
Inforna a 200° per 12/15 minuti in forno statico

Nel frattempo prepara la bagna così avrà il tempo per prendere bene il sapore
Porta ad ebollizione l'acqua con lo zucchero e la buccia del limone per circa 1 minuto
Fai raffreddare e aggiungi il rhum

Sforna i babà e sformali lasciandoli raffreddare sulla gratella da dolci
Riscalda la bagna fino a 35°e immergi i babà bucherellandoli, prima la testa e poi il resto

io li ho lasciati tutta una notte nella bagna e al mattino erano molto ben inzuppati

Togli dallo sciroppo facendo colare il liquore in eccesso
Sistemali sul piatto da portata e spennellali con la confettura di albicocche, dopo incidili per lungo senza dividerli completamente
Riempi con crema pasticcera e decora con ciliege candite e ciuffi di panna montata



Posta un commento

Post più popolari