Focaccia pugliese





Giugno è arrivato e noi cominciamo subito a dare una svolta ai nostri menu’ casalinghi, mettendo
da parte le ricette più elaborate e tirando fuori preparazioni che sanno più di merende sinoire.

D’ altra parte si sa, il tempo condiziona sempre le nostre vite, ci fa venire voglia di e nello stesso modo ci toglie la voglia di, ci riempie di entusiasmo e ci porta alla depressione, ci fa stare bene e ci fa ammalare…..è un po’, come dire, la chiave di volta delle nostre giornate: “ se oggi farà bello, magari faccio un po’ di bucato” mi capita di dire spesso, poi però piove e allora tutti i buoni progetti vanno in fumo, “speriamo che domani piova un po’ così mi risparmio di innaffiare il giardino” e invece solleone che mi costringe ad un lavoraccio per cercare di salvare quelle povere piante dall'arsura…

Insomma un elemento importante e sempre presente, che anche in cucina la fa da padrone e condiziona i nostri stomaci  e quelli dei nostri cari in maniera significante; pertanto, un po’ per scaramanzia e ad alta voce, do il benvenuto al mese che porterà a breve l’inizio dell’estate e gli dedico questa ricettina squisita, tipica della terra della mia cara mamma, la Puglia, che racconta il procedimento per fare la famigerata  focaccia pugliese, quella soffice con le patate nell'impasto e condita con semplici pomodorini freschi, olio, aglio e origano.
Una vera bontà!






FOCACCIA PUGLIESE
Ingredienti

150g di patate lessate e schiacciate con lo schiacciapatate
350g di farina 00
150g di farina di semola
250g di acqua
25g Lievito di birra o 150g di lievito madre
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale

40g di olio extravergine di oliva
Pomodori  freschi e maturi
Aglio
Origano
Sale grosso

Sciogli il lievito e lo zucchero in 50 g di acqua
Aggiungi le patate schiacciate e impasta bene il tutto
Unisci le farine, il sale e l’olio e impasta bene fino ad ottenere un impasto che risulterà piuttosto morbido
Ungi una ciotola capiente con l’olio di oliva e versaci l’impasto che dovrà lievitare fino almeno al raddoppio

Se utilizzi il lievito madre, la lievitazione sarà decisamente più lunga: io, solitamente la lascio lievitare minimo 24 h, con il lievito di birra sono sufficienti 
anche 4 h

Quando il tempo della lievitazione è raggiunto, prepara la teglia del forno ungendola con abbondante olio di oliva e versandoci sopra l’impasto
Stendi l’impasto con le mani fino a ricoprire l’intera superficie della teglia e poi copri con un panno di lino per un’altra mezz’ora
Scalda il forno a 220°
Prepara intanto il pomodoro, tagliandolo a fette e condendo con olio, aglio e origano
Trascorsa la mezz’ora versa il pomodoro sulla pizza, condisci con il sale grosso e un giro di olio di oliva
Inforna in forno caldo per 10 minuti a 220° e poi per 25 minuti a 200°, forno statico

Servi calda
Posta un commento

Post più popolari