Gnocco fritto con lievito madre e coppa piacentina




Finalmente ci sono riuscita!

Era da tempo che volevo provarci ma poi mi passava di mente e allora, in occasione del pranzo di Pasqua,  ho pensato a qualcosa da preparare per l'antipasto che fosse vicino alla tradizione (pani saporiti e salumi..) e allora ho deciso di cimentarmi nella realizzazione dello gnocco fritto che ho poi degnamente accompagnato ad una coppa piacentina by Eataly che vi raccomando.
Tocco di qualità sta nel lievito utilizzato per la lievitazione e precisamente il mio lievito madre, ma comunque si può tranquillamente utilizzare il lievito di birra per ottenere lo stesso risultato: il bello dello gnocco fritto è che è buonissimo anche il giorno dopo e che i quantitativi sono puramente indicativi perché, una volta assaggiato, la tentazione è quella di raddoppiare le dosi!!






GNOCCO FRITTO con LIEVITO MADRE
dosi per 6 persone

400g di farina
120g di lievito madre (circa il 30% del peso della farina) oppure 2g di lievito di birra
120g di acqua
80g di latte
60g di strutto oppure di olio di oliva
1 cucchiaino di zucchero
1 pizzico di sale
strutto per friggere oppure olio di semi


Sciogli il lievito nell'acqua e nel latte
Aggiungi lo zucchero e la farina, lo strutto e un pizzico di sale
Impasta bene fino ad ottenere un impasto morbido e liscio
Fai una palla e incidi una croce con un coltello
Lascia lievitare l'impasto per circa 8 ore (anche nel caso dell'uso di lievito di birra) in una ciotola coperta
Quando è raggiunto il tempo di lievitazione stendi l'impasto con il mattarello fino a raggiungere uno spessore di qualche mm e poi taglia delle losanghe non troppo grandi
Fai scaldare l'olio o lo strutto
Friggi i gnocchi che si gonfieranno come ...mongolfiere!
Condisci con sale e servi calde con affettati di vario genere.






Posta un commento

Post più popolari