Tiramisu' alla frutta, un dolce in bianco per una CENA IN BIANCO



Ragazzi ci risiamo!
Ci risiamo ..eccome, aggiungo!
Tranquilli, nessuna polemica, mi riferisco ad un evento di grande suggestione che sta per realizzarsi per la seconda volta qui a Torino: la CENA IN BIANCO edizione 2013!
Ormai ci stiamo abituando a vivere con l'idea di essere protagonisti dei flash mob e questo, in particolare, ci piace davvero tanto: un evento realizzato per la prima volta qui a Torino nel 2012 dalla cara Antonella Bentivoglio d' Afflitto, direttore creativo e strategic planner, pensato per le persone e fatto dalle persone.



Per chi ancora non lo conoscesse, la CENA IN BIANCO è un appuntamento di sobrietà e tradizione, gratuito per tutti, costruito su tre grandi principi, quelli delle quattro E:
Eleganza, Etica, Educazione, Estetica.
Tutti seduti a tavola per una cena collettiva a sorpresa, un Unconventional Dinner, sobrio ed elegante, in un luogo a sorpresa della città, di bianco vestiti. Data e luogo ancora segreti. Tutti sono invitati e tutti possono partecipare. Ognuno porta da casa sedie o sgabelli e tavolino (possibilmente bianchi ma non è tassativo! Quello che ognuno ha in casa), tovaglia bianca in tessuto, cesto o borsa picnic con le vivande necessarie per la cena. Niente plastica ne carta per piatti, posate e bicchieri. Niente lattine, ne bottiglie di plastica. Una tavola ben apparecchiata, semplice, carina ed elegante. Acqua e vino, la tradizione in tavola. Un solo colore ad unire tutto e tutti - il bianco - sobrio e positivo, al contempo elegante e fotografico.

Il colore che risalta al meglio l’anima e la personalità di ognuno dei partecipanti.
I cittadini, inquilini della città, diventano per una sera i protagonisti “attori”, e non “spettatori”, di una pièce unica e speciale con una scenografia da mozzare il fiato: la loro città, Torino.
Dunque cosa possiamo portare da mangiare per noi e per i nostri amici in una occasione del genere?
Per quest'anno ho pensato ad un dolce, rigorosamente di stagione, of course, un classico in versione total white o quasi, veloce da preparare e facile da trasportare: un tiramisu' alla frutta con lamelle di mandorle.
Per realizzarlo, ho fatto i biscotti savoiardi con qualche giorno di anticipo: se non avete tempo e voglia di farli in casa, potete tranquillamente utilizzare anche quelli della grande distribuzione, dei supermercati o meglio ancora quelli di pasticceria.
Certo è che ..il sapore cambiaaa!!
La farcia è a base di frutta fresca o in alternativa sciroppata e una crema di panna e yogurth greco: una vera squisitezza!
La polvere di cioccolato la sostituiamo con le lamelle di mandorle et voilà: il dolce è pronto da servire.
Quindi non mi rimane che invitarvi tutti e per farlo è indispensabile inviare una email di adesione a cenainbiancotorino@gmail.com , (non basta dare solo un like/mi piace e/o far parte del gruppo Facebook Cena in Bianco Torino).
La cena sarà organizzata in uno spazio pubblico e la regola da rispettare sarà la cura e la pulizia del luogo, sparecchiando e portando via tutto ciò che avanza!
Tutto quello che volete sapere lo trovate nel nuovo blog creato per l'occasione cliccando sul banner qui sotto







per il resto: non perdiamoci di vista!






TIRAMISU' ALLA FRUTTA E LAMELLE DI MANDORLE
dose per 6 persone

300g panna fresca da montare
200g yogurth greco
100g zucchero+2 cucchiai per lo sciroppo
albicocche fresche (va bene qualsiasi tipo di frutta fresca tipica di questa stagione) o sciroppate
liquore maraschino
lamelle di mandorle

Metti la panna in freezer per 15 minuti circa e raffredda bene in frigorifero il contenitore nel quale monterai la panna
Se utilizzi frutta fresca, affettala a fette non troppo sottili e coprile con 2 cucchiai di zucchero e uno di maraschino
Lascia macerare per mezz'ora
Se invece utilizzi la frutta sciroppata, evita questo passaggio e usa lo sciroppo della frutta, allungato con un paio di cucchiai di maraschino come bagna per i biscotti
In una ciotola lavora bene lo zucchero con lo yogurth greco fino ad ottenere una crema morbida ed omogenea: aggiungi ancora zucchero se non sufficientemente dolce
Monta la panna ben soda ed incorporala lentamente allo yogurth
Raccogli lo sciroppo ottenuto dalla macerazione della frutta in un piatto
Componi il dolce in una pirofila rettangolare o quadrata per agevolare la disposzione dei biscotti: diversamente puoi rivestire il bordo mettendo i biscotti in verticale, appoggiati al bordo
Versa un pò di crema sul fondo della pirofila e stendila uniformemente
Bagna i biscotti nello sciroppo e disponili sul fondo
Copri con la crema e poi con uno strato di frutta
Continua così alternando i vari componenti fino ad esaurimento
L'ultimo strato deve avere solo crema: ricopri con le lamelle di mandorle



















1 commento

Post più popolari